sabato 15 marzo 2014

Oltre il Colle, clienti al bar


Coprifuoco» dopo le 22 dovranno entrare nei locali.
Il sindaco: ad agosto sarà a mezzanotte. L’ordinanza per evitare gli schiamazzi di chi è seduto ai tavoli esterni.

Niente clienti all’esterno dei bar, seduti ai tavolini su terrazze o pergolati, dopo le 22.Tutti dentro. E dopo le 23 stop anche agli intrattenimenti musicali. L’ordinanza del sindaco di Oltre il Colle Valerio Carrara è di settimana scorsa e regolamenta orari e attività di bar e ristoranti.

Di fatto si tratta di un dietrofront rispetto a quella emanata nell’estate 2012, quando lo stesso sindaco Carrara aveva concesso, nei fine settimana, l’apertura addirittura fino al mattino. L’obiettivo di due anni fa: evitare che qualche ubriaco girovagasse per le strade del paese, quando i bar erano chiusi.

I gestori, grazie alla possibilità dell’apertura continuata anche di notte, avrebbero in questo modo potuto farli entrare. Evitando quanto meno schiamazzi per strada e disturbi a chi dormiva, residenti e villeggianti estivi. Ma l’idea, a quanto pare, non ha funzionato. «In realtà l’apertura notturna dei locali – spiega il sindaco – ha avuto come effetto quello di attirare a Oltre il Colle anche i “balordi” dei paesi vicini. Ci attendevamo un effetto diverso, invece la situazione è peggiorata ».

Dunque, si cambia. Tornando a orari più normali. L’apertura dei locali sarà consentita dalle 5 di mattina fino alle 2 di notte. «Mi sembra un orario logico – prosegue il sindaco – che va incontro alle esigenze di tutti, residenti, commercianti e villeggianti, di chi vuole divertirsi e di chi vuole riposare». Torna, invece, alle 22, il limite orario oltre il quale i locali non potranno dare bevande all’esterno: «Il gestore – si legge nell’ordinanza del 6 marzo scorso – dovrà fare in modo che gli avventori ancora presenti si accomodino all’interno del locale ».

Il limite era stato fissato alle 22 già nel 2008 (dall’allora sindaco Rosanna Manenti), a seguito, in particolare, di un contenzioso tra un bar del centro capoluogo e l’inquilino di un condominio che abitava proprio sopra la terrazza del locale: troppi rumori a tarda sera. Poi, Carrara, due estati fa, aveva innalzato tale orario a mezzanotte.

Di fatto, il divieto pone qualche limite per i soli mesi estivi, considerando che per il resto dell’anno difficilmente, ai mille metri di Oltre il Colle, nella decina di bar del paese si servono bevande o altro fuori dai locali. «Ad agosto– precisa, però, il sindaco – sposteremo il limite a mezzanotte ». Già ora, peraltro, l’ordinanza prevede che in caso di manifestazioni tale limite sia spostato alle 23.

Alle 23 sarà anche l’orario oltre il quale non si potranno svolgere intrattenimenti musicali (fino a mezzanotte in caso di manifestazioni). «Ma per queste dovremmo trovare una soluzione – continua Carrara –. Abbiamo chiesto alla parrocchia di poter gestire il cinema. Lì potrebbero trovare posto gli eventi musicali. Quindi senza alcun problema di rumori notturni».

Giovanni Ghisalberti.
L'Eco di Bergamo  - 15 marzo 2014