venerdì 16 maggio 2014

Frana in Val Serina la giunta regionale aiuta le imprese della zona

Foto de L'Eco di Bergamo
 
 

Le imprese della Val Serina con sede operativa nei Comuni di Algua, Bracca, Cornalba, Costa Serina, Oltre il Colle e Serina potranno ottenere un abbattimento di 3 punti percentuali sul tasso di interesse che pagano agli istituti bancari per i prestiti, attraverso la misura 'Credito Adesso'. Lo ha deciso la Giunta del Pirellone per dare un sostegno alle aziende la cui attività è stata ostacolata dalla frana del 2 dicembre 2013.
 
 Le imprese della Val Serina con sede operativa nei Comuni di Algua, Bracca, Cornalba, Costa Serina, Oltre il Colle e Serina potranno ottenere un abbattimento di 3 punti percentuali sul tasso di interesse che pagano agli istituti bancari per i prestiti, attraverso la misura 'Credito Adesso'.

E' quanto ha deciso la Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, per dare un sostegno alle aziende, la cui attività è stata ostacolata dalla frana che il 2 dicembre 2013 ha interessato alcuni Comuni della Val Serina e che ha anche comportato il blocco della SP27

"La situazione viabilistica della zona - spiega l'assessore - è ancora critica, anche a causa di alcuni eventi successivi alla frana del dicembre scorso. Per questo abbiamo deciso di intervenire con un aiuto concreto, così che le imprese di quell'area possano superare le difficoltà in cui si trovano".

Sulla linea 'Generale' della Misura già attiva 'Credito Adesso', finalizzata a sostenere il capitale circolante delle imprese, è previsto dunque per le aziende con sede in questi sei Comuni della Bergamasca un contributo in conto interessi, attraverso l'abbattimento di 3 punti percentuali rispetto al tasso che verrebbe accordato dall'istituto bancario convenzionato in base al rating dell'impresa.

Analoghi interventi per favorire l'accesso al credito sono già stati attuati a favore delle imprese del Mantovano colpite dal terremoto nel 2012, delle aziende delle province di Sondrio e Lecco danneggiate dalla chiusura della SS36 (maggio 2013) e delle aziende della provincia di Milano colpite dalla tromba d'aria (luglio 2013).

Bergamonews - 16 maggio 2014