lunedì 20 ottobre 2014

Frana in Valle Serina, c’è l’intesa


L’appalto dei lavori entro l’anno 

Condiviso il protocollo d’intesa tra il Comune di Serina, il Comune di Costa Serina e la Provincia di Bergamo per la progettazione definitiva ed esecutiva, il coordinamento sicurezza e il collaudo e svolgimento delle funzioni di Sua (ex art.1 comma 88 legge n. 56/2014) dei lavori di stabilizzazione del versante in frana in comune di Costa Serina. 

«Tra qualche giorno, dopo che i Comuni di Serina e di Costa Serina avranno approvato il progetto preliminare, si potrà andare alla firma di questa intesa», spiega il presidente Matteo Rossi. «L’impegno di queste due settimane dal mio insediamento è stato quello di velocizzare una procedura già in corso, oggi condivisa, mettendo nero su bianco un accordo per risolvere il problema del blocco stradale causato dalla frana in Valserina».

Entro 30 giorni dall’approvazione dei progetti preliminari da parte dei Comuni si passerà alla progettazione definitiva-esecutiva e alla stesura del Piano della sicurezza per conto della Provincia. Una volta ottenuto il nulla osta dalla Conferenza di servizi, si potrà procedere con l’approvazione del progetto definitivo-esecutivo da parte dei Comuni e con l’appalto dei lavori per conto della Provincia, prevedibilmente entro l’anno. 

I sindaci di Costa Serina, Fausto Dolci, e di Serina, Fattori Giovanni, ringraziano la Provincia per la collaborazione offerta. «Questa settimana chiudiamo con la firma del protocollo d’intesa», assicurano. «I costi rientrano nell’importo già stanziato e il progetto è pronto».

Il presidente Rossi ha annunciato il coinvolgimento del Comitato interlocutore nel processo. Fare, velocizzare, rendere trasparenti le procedure è il leit-motiv usato in modo da «poter monitorare l’evoluzione dell’iter».

L'Eco di Bergamo - 20 ottobre 2014

Frana della Valserina. 
La Provincia fa da sé e accelera i tempi


Serviva una decisione perentoria per sbloccare la situazione della frana della Valserina che blocca la via di accesso principale ai Comuni di Serina, Costa Serina, Oltre il Colle e tutte le frazioni. 

E' arrivata nei giorni scorsi e verrà ufficializzata in Provincia lunedì pomeriggio: il neo presidente Matteo Rossi firmerà il protocollo d'intesa con tutti i sindaci e incontrerà i rappresentanti del comitato che si battono per chiedere un intervento rapido.

Quasi un anno di chiusura senza che si sia mosso poco o nulla. Serviva una decisione perentoria per sbloccare la situazione della frana della Valserina che blocca la via di accesso principale ai Comuni di Serina, Costa Serina, Oltre il Colle e tutte le frazioni. E' arrivata nei giorni scorsi e verrà ufficializzata in Provincia lunedì pomeriggio: il neo presidente Matteo Rossi firmerà il protocollo d'intesa con tutti i sindaci e incontrerà i rappresentanti del comitato che si battono per chiedere un intervento rapido.

Finora in effetti è andato tutto a rilento. Regione Lombardia ha garantito i fondi (1,2 milioni di euro), ma l'iter amministrativo è ancora agli albori. Ecco perché via Tasso ha deciso di accollarsi la stesura del progetto definitivo, dell'esecutivo, il collaudo, il coordinamento della sicurezza e la gestione dell'appalto per la messa in sicurezza di tutto il versante. Una volta certificata la solidità della montagna, la Provincia potrà (finalmente) progettare e realizzare il nuovo ponte, un'opera da circa 300 mila euro.

Tutto il procedimento non sarà seguito solo dai tecnici provinciali, da quelli regionali e dagli amministratori del territorio. Rossi ha deciso di aggiungere posti al tavolo istituzionale per ascoltare anche la voce degli esponenti del comitato. Anche a loro sarà affidato il compito di monitorare i lavori e verificare che vengano svolti a regola d'arte. Si tratta della prima operazione partecipata di tale portata in provincia di Bergamo. E potrebbe essere un progetto pilota per altre infrastrutture. Sempre che la riforma e la manovra Renzi garantiscano i fondi necessari per costruire qualcosa.
Bergamonews – 20 ottobre 2014