giovedì 15 gennaio 2015

Miniere di Zinco in Val Parina Via ai lavori per ripartire


A Oltre il Colle l’australiana Energia Minerals mette in sicurezza dei tunnel, Primo investimento di tre milioni e in Comune è arrivata una decina di domande per tornare in galleria.


L’annuncio è comparso s web della ul Sito della V ed è confermato dal suo rappresentante italiano Marcello De Angelis.

Nel distretto minerario della Val del Riso (Gorno) – Val Parina (Oltre il Colle), dunque, si è pronti a partire per la riapertura delle miniere di zinco, chiuse dal 1982.

Si parte dal tunnel di Cà Pasì, nella zona di Zorzone di Oltre il Colle, l’area sotto l’Arera che più di tutte pare interessare la società Australiana.

I lavori stanno per essere affidati alla Edilmac dei fratelli Maccabelli di Gorle, azienda specializzata nella gestione di grandi cave e nella realizzazione di gallerie e pozzi .

La Energia Minerals ha urgenza d’iniziare il prima possibile i lavori e si ripartirà con la messa in sicurezza della strada che porta a Cà Pasì. I primi lavori nel tunnel si trovano qui.

L’intervento, oil primo lotto, durerà circa un anno. Ad agosto la messa in sicurezza dovrebbe essere conclusa, quindi si procederà ai sondaggi per verificare la mineralizzazione esistente. Durante la prima fase sarà realizzato anche un tunnel di circa 750 metri che consentirà il passaggio dei mezzi. Tutto l’intervento avverrà in galleria e mnon ci saranno camion con materiale in giro per il paese.

E in Municipio a Oltre il Colle fanno sapere che sono già arrivate una decina di richieste di poter lavorare in galleria.

La società australiana assicura, peraltro, che l’impatto ambientale sarebbe minimo: diversi impianti per la lavorazione verrebbero realizzati probabilmente sotto la montagna.

Una buona notizia per l’economia della valle e, si spera, in futuro per l’occupazione.


Gallicus