mercoledì 11 marzo 2015

Capre in fuga sulle Orobie, torna l’orso?


Ecco tutti gli avvistamenti del predatore

Tra l’Alta Val Brembana e la Valtellina l’orso torna a far parlare di sé: lo scorso dicembre ha sbranato una capra sopra Mezzoldo e spaventato altri 15 esemplari che hanno vagato per tutto l’inverno. L’allevatore non è più riuscito a recuperare le capre, ma ora sembrano più facilmente avvicinabili e nei prossimi giorni la loro disavventura dovrebbe finire.

Nella nostra provincia l’ultimo passaggio dell’orso risale a settembre 2014, quando il Parco delle Orobie bergamasche segnalò la presenza dell’orso in Valle Brembana, sulle montagne di Piazzatorre, dove furono trovate diverse impronte. Prima era passato nell’aprile 2013, quando, ancora in Val Brembana, a Taleggio, fu visto da alcuni allevatori. In quel caso si trattava di «M7», un maschio di quattro anni, discendente sempre degli esemplari introdotti in Trentino tra il 1999 e il 2002.

Prima di lui, nel 2008 e nel 2009, le scorribande in Val Brembana furono di «JJ5» (nella foto in alto scattata da Claudio Locatelli nell’aprile 2009), poi morto in Trentino. Tra l’autunno del 2012 e l’autunno del 2013, sempre nella nostra provincia, sono state segnalate tracce di almeno cinque orsi diversi.
Nei giorni scorsi, invece, si è svegliato l’orso bruno trentino da qualche tempo sulle montagne valtellinesi: ha sbranato un’asina sul versante orobico del comune di Villa di Tirano (Sondrio).
L’Eco di Bergamo – 11 marzo 2015