giovedì 12 marzo 2015

“Meno bus in montagna senza avvertire nessuno. La Provincia li ripristini”


In una situazione di difficoltà per gli abitanti delle montagne bergamasche la Provincia ha comunicato il tagli di alcune corse di autobus da Bergamo al Passo di Zambla, linea molto frequentata dagli abitanti della Valserina.

In una situazione di difficoltà per gli abitanti delle montagne bergamasche la Provincia ha comunicato il tagli di alcune corse di autobus da Bergamo al Passo di Zambla, linea molto frequentata dagli abitanti della Valserina. Gianfranco Masper, capogruppo della Lega Nord in via Tasso, chiede le motivazioni che hanno portato gli uffici a prendere la decisione senza coinvolgere gli amministratori locali e auspica che il Consiglio voti il ripristino delle corse.

Ecco il testo della sua mozione
Premesso che con lettera a firma del Dr. Ing. Antonio Zanni dirigente del Servizio trasporti della Provincia di Bergamo è stato comunicato al Comune di Costa Serina che a partire dal 1° marzo 2015 sarebbero state soppresse le linee B del tratto Bergamo-Passo Zambla e viceversa, delle ore 7,15 – 16,00 – 9,15 – 18,15 senza aver concordato con gli amministratori della Valserina alcun incontro, informativa o logistica condivisa e motivando la decisione con la mancanza di risorse da parte della Provincia.

Considerando che sono mesi che i Comuni della Valle Serina stanno soffrendo pesanti disagi alla circolazione a seguito della chiusura della S.P. 27 causa frana all’altezza della località Rosolo che sta penalizzando, cittadinanza, studenti, aziende provocando gravi danni a tutto il tessuto economico dell’intera Valle Serina e che da mesi la circolazione risulta penalizzata a causa dei continui lavori presenti sulla S.P. 27 per la realizzazione della tubazione per posa Fognatura da parte di Uniacque e per la realizzazione della seconda parte della messa in sicurezza del versante in Loc. Orrido, risulta perlomeno inopportuna se non inaccettabile la decisione.
Occorre inoltre sottolineare che nei mesi estivi la Valserina è interessata da un forte movimento turistico, attività basilare per l’economia di questi paesi e la riduzione del trasporto pubblico rappresenterebbe un ulteriore colpo a questa attività già pregiudicata dalla pesante crisi economica. Per questo motivo si chiede a questo Consiglio di pronunciarsi affinché venga data disposizione agli uffici competenti di rispristinare immediatamente il servizio interrotto come richiesto dai comuni in data 7 marzo 2015.

Bergamonews – 12 marzo 2015