lunedì 20 aprile 2015

Ambulanze, servizio potenziato a Zogno. Ma la Val Serina resta lontana di notte




Un’ambulanza a Zogno (che torna fissa dopo tre anni) e un’auto medica a Sarnico per potenziare il servizio di emergenza-urgenza nella Bergamasca. La Val Serina ancora isolata di notte.

A stabilirlo è una delibera della Regione, che ha di fatto ratificato i risultati del bando pubblicato a dicembre dall’Azienda regionale emergenza urgenza (Areu): bando (base d’asta 120 mila euro) che prevedeva un’ambulanza per 12 ore notturne a Brembilla e 12 diurne a Zogno.

Si sono presentate (insieme) la «Volontari ambulanze Brembilla» (Vab) e la Padana emergenza di Mornico. La prima avrà 47.500 euro l’anno, la seconda circa 207 mila euro. Il bando è stato così vinto a circa 250 mila euro. A Zogno arriva quindi in pianta stabile un’ambulanza dalle 8 alle 20: il servizio, partito giovedì, è effettuato dai dipendenti della Padana emergenza di Mornico, tranne il venerdì e la domenica che è affidato ai volontari della Vab di Brembilla. A Brembilla, dove già operava la Vab, sarà invece attivo il servizio notturno dalle 20 alle 8.
Dopo tre anni, dunque, Areu, rimette un’ambulanza fissa (diurna), utile soprattutto per bassa-media valle e Val Serina (che resta però ancora molto lontana di notte). «Purtroppo di notte siamo ancora isolati - dice il sindaco di Oltre il Colle Valerio Carrara -. L’ambulanza resta troppo distante. Quella operativa da Lenna ci impiega un’ora».

L’Eco di Bergamo – 20 aprile 2015