mercoledì 18 gennaio 2017

Oltre il Colle al voto. Carrara tenta il tris e prepara nuove leve.



Il senatore, per ora, unico candidato. «Nella squadra alcuni giovani, è ora che si facciano avanti.» La minoranza: difficile trovare disponibilità.

 
Valerio Carrara, 65 anni, imprenditore e già senatore per tre legislature nel gruppo di Forza Italia, tenta la scalata al terzo mandato da sindaco nel suo paese, Oltre il Colle.

 
Già sindaco per due mandati dal 2002 al 2007 e dal 2012 al 2017, il senatore è già uscito allo scoperto, annunciando la sua candidatura anche in Consiglio Comunale. «Mi ricandido - dice Carrara - confermando parte della squadra attuale che mi ha accompagnato in questi cinque anni, ma ampliandola anche a nuovi giovani».

 
Guarda già al dopo, infatti, il senatore, noto in provincia anche per essere appassionato di caccia: «Io voglio fare lo stretto necessario - prosegue - è importante che ora si facciano avanti i giovani, occorre preparare un ricambio generazionale. Per questo ho cercato giovani volenterosi e la risposta non è mancata».

 
Nel maggio 2012, Carrara vinse le elezioni con il 56,3% delle preferenze, portando in Consiglio Comunale Adriana Ghilardi, Andrea Manenti, Pierangelo Palazzi e Simone Carrara. Due le altre liste in corsa: Paolo Maurizio (già sindaco) con «Uniamo Oltre il Colle», ottenne il 36%, portando a casa due seggi, il suo e quello per Francesco Tiraboschi. Si fermò, invece, al 7,7%, la lista «Continuità e futuro» di Antonio Leoni, marito della sindaca uscente Rosanna Manenti.

 
La minoranza.

La minoranza in Consiglio Comunale non sembra però avere le forze per ripresentarsi. «Per il momento non abbiamo intenzione di riproporci - dice Paolo Maurizio, in amministrazione dal 1990. - Vedo difficoltà per tutti a trovare disponibilità a una candidatura».

Unica lista in corsa quella di Carrara?

Ancora presto per dirlo ma secondo Maurizio è l'eventualità più realistica.

Il programma del senatore?

«Continueremo a lavorare ai problemi del paese - dice - cercando di valorizzare le nostre risorse».

Ed elenca alcuni punti da sviluppare nei prossimi cinque anni: «Vorremmo realizzare alloggi per anziani - spiega - ristrutturando appartamenti già di proprietà del Comune e poi potenziare il servizio a domicilio.

Tra gli obiettivi legati al turismo la realizzazione di un Ostello della gioventù al Pian della Palla (nell'ex edificio Rangers), quindi la valorizzazione dell'ex albergo alla Conca dell'Alben, per il quale stiamo cercando partner, la valorizzazione dell'Arera, anche con la riconversione turistica delle vecchie strutture a servizio degli impianti e, naturalmente, la collaborazione con la società australiana che sfrutterà le miniere di zinco.

Stiamo cercando un'area che, eventualmente, possa ospitare la lavorazione del minerale.

Giovanni Ghisalberti

L'Eco di Bergamo - 18 gennaio 2017