lunedì 6 marzo 2017

Cane precipita in un canalone



Scivola per 40 metri, salvato col verricello

Domenica pomeriggio Soccorso alpino in azione: insieme ai vigili del fuoco di Zogno e Bergamo, ha recuperato un cane di taglia medio-grossa, caduto in un canalone di una quarantina di metri, con le pareti avvolte da neve e ghiaccio.
A dare l’allarme, attorno alle 14.30, è stato il padrone del cane, che si trovava nei pressi del rifugio Capanna 2000, a Oltre il Colle, con un amico e la fidanzata. Mentre effettuavano l’escursione, il cane è scivolato nel canalone, finendovi in fondo e senza più la possibilità di risalire a causa delle pareti innevate e a tratti ghiacciate. Inevitabile a quel punto l’allarme al 112. Sul posto sono stati inviati i vigili del fuoco e il Soccorso alpino. In particolare quattro pompieri del Saf, il nucleo speleo alpino fluviale, sono stati accompagnati presso il canalone con l’elicottero dell’elinucleo dei vigili del fuoco di Varese.
Le operazioni di recupero dell’animale – illeso ma impaurito in fondo al canale – si sono però rivelate piuttosto complicate, visto che era impossibile far calare i pompieri e gli uomini del Soccorso alpino nel canalone col verricello dell’elicottero. Così i vigili del fuoco hanno dovuto raggiungere a piede il fondo del canalone e riportare al suo padrone il cane a piedi. L’operazione si è protratta per ben quatto ore.
L'Eco di Bergamo . 6 marzo 2017