martedì 6 giugno 2017

Domenica 11 giugno nella Conca si vota

 
 
Forse più che un voto amministrativo, la tornata elettorale di domenica 11 giugno, a Oltre il Colle, pare un referendum.
Unica lista in campo quella del sindaco uscente, ex senatore Valerio Carrara, che vede la presenza di volti nuovi e giovani e con programma "essenziale" che tiene conto, e non potrebbe essere altrimenti, delle risorse finanziarie che non permettono voli pindarici o promesse irrealizzabili.
D'altra parte, quello delle ristrettezze finanziarie, é un tema che coinvolge tutte le Amministrazioni Pubbliche dei nostri Comuni, specialmente quelli piccoli e di montagna.
Laddove il turismo, specialmente invernale, riesce ancora a reggere qualche spiraglio positivo che é comunque influenzato dalle condizioni meteorologiche, dove invece l'affluenza turistica é a vocazione estiva l'unico introito sicuro é quelli dell'IMU sulle seconde case e, quello residuo e variabile, sull'affluenza dei proprietari o dei villeggianti periodici.
In quest'ultimo caso é indispensabile affrontare al meglio il problema dell'accoglienza e dell'ospitalità, promuovendo occasioni d'incontro che soddisfino l'utente e attrezzandosi per rendere il soggiorno il più piacevole e accattivante possibile.
In ogni caso il turismo é il "volano" che permette la circolazione di reddito a tutti coloro che hanno o vogliono avviare attività commerciali, artigianali e "sociali" (nel termine più ampio).
Il "Programma" dell'unica lista in campo ad Oltre il Colle include, o quantomeno pone all'attenzione, questo problema e si propone di affrontarlo chiedendo il coinvolgimento di Enti e Associazioni che possono svolgere il ruolo di preparazione, gestione e mantenimento delle risorse naturali della Conca.
Ma, pur con tutte le buone intenzioni di chi amministrerà Oltre il Colle nel prossimo quinquennio, determinante dovrà essere lo "spirito di tolleranza" con il quale i residenti dovranno comprendere, e tollerare,  gli eventuali "loro" disagi, durante il periodo estivo che, d'altro canto, hanno un risvolto positivo sull'intera comunità locale.
Ai futuri Amministratori un augurio di buon lavoro al servizio della Comunità di Oltre il Colle e  l'auspicio che non s'interrompa mai il dialogo e l'ascolto con residenti e villeggianti, ciascuno nel rispetto  del proprio ruolo e dei propri diritti.
Gallicus